Relazioni di Impatto e Bilanci Sociali

By 22 Dicembre 2021 Gennaio 17th, 2022 No Comments

Nell’ultimo anno Goodpoint ha sviluppato due nuovi servizi: uno specifico per le Società Benefit, e uno per gli Enti del Terzo Settore. Stiamo parlando del supporto nella redazione della Relazione di Impatto e del Bilancio Sociale.

Si tratta di due strumenti diversi, ma che rispondono entrambi alle esigenze di trasparenza e comunicazione, che, sia aziende che ETS hanno. Questi strumenti permettono agli enti di aprire un dialogo con gli stakeholder, analizzare criticamente la loro attività e, di conseguenza, osservare le performance che si sono ottenute durante l’anno per rivalutare o porsi nuovi obiettivi futuri.

L’approccio di Goodpoint

Goodpoint accompagna le realtà interessate a redigere queste due diverse tipologie di relazioni sulla propria attività utilizzando spesso come framework di riferimento il modello de La Buona Impresa, una lente per osservare e valutare la capacità delle organizzazioni di portare un beneficio agli stakeholder, osservando innanzitutto i pilastri della sua attività: il prodotto o servizio, il lavoro e il valore economico.

Il focus dell’osservazione non è la sostenibilità sociale e ambientale, quanto la capacità di produrre valore per la società, in modo sostenibile nel tempo e per tutti.

Relazione di impatto

BILANCIO SOCIALE

La Relazione d’impatto è una relazione annuale alla quale sono chiamate tutte le Società Benefit. La legge prevede infatti che una Società Benefit rediga annualmente una relazione concernente il perseguimento del beneficio comune, da allegare al bilancio societario, che includa:

  • la descrizione degli obiettivi specifici, delle modalità e delle azioni attuati dagli amministratori per il perseguimento delle finalità di beneficio comune e delle eventuali circostanze che lo hanno impedito o rallentato;
  • la valutazione dell’impatto generato utilizzando uno standard di valutazione esterno (che può essere per esempio il SABI oppure in alternativa il BIA);
  • una sezione dedicata alla descrizione dei nuovi obiettivi che la società intende perseguire nell’esercizio successivo.

Il Bilancio Sociale è uno strumento che serve ad enti, organizzazioni, associazioni, ecc. a rendicontare le proprie attività di interesse generale e i risultati conseguiti, ai loro stakeholder, interni ed esterni. È uno strumento che permette di consolidare la relazione tra l’ente e i suoi portatori di interesse – siano essi dipendenti, soci, beneficiari, clienti o altro – ma è anche, e soprattutto, uno strumento strategico, che permette di prendere coscienza del proprio operato, del raggiungimento o meno degli obiettivi prefissati e delle eventuali motivazioni del mancato raggiungimento.

Con l’introduzione del Codice del Terzo Settore, diversi organismi sono tenuti alla redazione del Bilancio Sociale (imprese sociali, cooperative sociali, imprese sociali di diritto, centri di servizio per il volontariato, ecc.): il Codice prevede infatti l’obbligatorietà del Bilancio Sociale per tutti quegli ETS con ricavi, rendite, proventi o entrate superiori ad 1 milione di €.